Chiffon Cake

Un grande classico della pasticceria americana, la chiffon cake é morbida, soffice e molto versatile, con un gusto delicato e una consistenza eterea.

chiffon cake

Tempo di preparazione: –

Tempo totale: –

Dosi per: una torta (diametro 26 cm)

  • 1 stampo da angel o chiffon cake da 26 cm

  • 310 g di farina 00

  • 300 g di zucchero

  • 1 cucchiaio (12 g) di lievito in polvere per dolci

  • 1 cucchiaino di sale

  • 180 ml di acqua fredda

  • 100 g di olio di semi

  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata

  • 1 baccello di vaniglia

  • 6 tuorli d’uovo, a temperatura ambiente

  • 9 albumi, a temperatura ambiente

  • mezzo cucchiaino di cremor tartaro

  • 40 g di zucchero a velo

Scaldate il forno a 160°C. Setacciate insieme la farina con 250 g dello zucchero, il lievito e il sale, quindi setacciateli ancora una volta. Mettete da parte.

Mescolate insieme i tuorli, l’acqua, l’olio e la scorza di limone. Incidete il baccello di vaniglia per estrarre i semi con la punta di un coltellino e aggiungeteli all’impasto di tuorli. Mescolate con le fruste elettriche o in una planetaria ad alta velocità fino ad amalgamare bene tutto. Versateci quindi il composto con la farina e mescolate delicatamente. Mettete da parte.

In un’altra terrina ampia, usando fruste pulite, cominciate a montare gli albumi insieme al cremor tartaro. Dopo qualche minuto unite i restanti 50 g di zucchero e continuate a montate a neve il composto. Quando il composto sarà ben gonfio e denso, trasferitene una parte nell’impasto di tuorlo e farina mescolando delicatamente con una spatola di gomma per stemperare il composto. Aggiungete poi il resto del albume montato, un po’ alla volta, mescolando delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso per non smontare l’albume. Non mescolate troppo a questo punto.

Attenzione: NON imburrate o infarinate lo stampo! Versate l’impasto nello stampo e cuocete la chiffon cake nel forno preriscaldate a 160°C per 45-50 minuti. La torta sarà pronta quando uno stecchino di legno infilzato nel mezzo ne esce pulito.

Lasciate raffreddare la torta a testa in giù. Capovolgete lo stampo su una superficie rialzata, per fare girare l’aria intorno alla torta (se avete lo stampo apposito utilizzate i piedini integrati, altrimenti si può appoggiare il buco centrale dello stampo sul collo di una bottiglia o un bicchiere). In questo modo il dolce si raffredderà senza sgonfiarsi o inumidirsi.

Fate raffreddare la torta per circa 4-6 ore prima di toglierla dallo stampo. Prima di sformarlo, passate la lama di un coltello lungo il bordo e poi staccatelo dalla base delicatezza. Mettetela su un piatto da portata.

Potete servire la torta così com’è, con una spolverizzata di zucchero a velo, oppure arricchirla con panna, glasse varie e frutta fresca. 

 

foto di Emilio Scoti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin