Masi Wine Experience 2022

,

Enoturismo, un giorno da vignaiolo con la Masi Wine Experience 2022

Dal trekking in vigna alla cena sotto le stelle: quali sono le nuove iniziative della cantina della Valpolicella da questa primavera fino al periodo della vendemmia. Il tema di quest’anno sarà la sostenibilità con il progetto “Masi Green”.

Con l’intento di raggiungere il consumatore finale comunicando tutto il mondo di valori dell’azienda e del suo territorio torna Masi Wine Experience, l’iniziativa di ospitalità e cultura dell’omonima e storica cantina della Valpolicella (menzionata tra le nostre 50 cantine top del 2021). Il progetto itinerante e di visione allargata, promosso dalla sesta e settima generazione della famiglia, coinvolge otto location aperte agli enoturisti in Italia e all’estero, dove a partire da questa primavera e fino al periodo della vendemmia saranno attivati eventi immersivi in un circuito esperienziale legato al vino.

«La Masi Wine Experience si è arricchita negli anni di offerte differenziate e qualificanti volte a soddisfare le richieste di un pubblico sempre più eterogeneo ed esigente – commenta Raffaele Boscaini, Direttore Marketing di Masi -. Per i prossimi mesi abbiamo pensato a un calendario di eventi rivolti agli appassionati dell’enoturismo, ma anche a chi si avvicina al nostro mondo per la prima volta. Eventi più tradizionali in tenute storiche come le Possessioni di Serego Alighieri si alterneranno a esperienze come la vendemmia, per vivere un giorno da vignaiolo e apprendere le competenze direttamente dal nostro staff tecnico, a degustazioni in abbinamento ai sapori locali, o a quelli più originali come la pizza, o addirittura a quelli inaspettati della cucina esotica. Occasioni di conoscenza, ma anche di approfondimento e svago, dove il vino diventa il mezzo per conoscere la tradizione e i valori di un territorio».

Il primo appuntamento è fissato per il 30 aprile presso le Possessioni di Serego Alighieri, storica tenuta della Valpolicella che appartiene ai discendenti del Sommo Poeta, con il “Trekking in vigna”, attività outdoor in chiave bucolica e soprattutto enoica alla scoperta delle uve e delle tradizioni vitivinicole del territorio. La stessa location – che tra l’altro è la più antica cantina della zona a denominazione di origine controllata -, il 29 luglio ospiterà una “Cena sotto le stelle” tra il giardino e i vigneti della proprietà per degustare i nobili vini del casato e concludere la serata con la visita alle cantine e al tradizionale fruttaio, dove le uve appassiscono prima della pigiatura.

Il tema del 2022 sarà la sostenibilità che Masi ha intrapreso da tempo con il progetto “Masi Green”, grazie al quale è passata all’autoproduzione di energia termica ed elettrica. Questo fil rouge coinvolgerà in particolare Tenuta Canova, a Lazise sul Lago di Garda: dalla “Sparkling night” con focus sulle bollicine di Masi, al connubio pizza-vino con la nuova linea bio “Fresco di Masi”, e poi il “Masi White party” a fine agosto.

A giugno Canevel, cantina a vocazione spumantistica e parte di un paesaggio che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità, rinnova l’ospitalità nella sua sede nel cuore di Valdobbiadene con un mix and match di spumanti docg in abbinamento alla cucina giapponese. A rallentare il ritmo di questo ricco calendario per winelover, arriva il tempo dove raccogliere “la poesia della terra” come profetizzò Mario Soldati, che culminerà il 17 settembre con la “Festa della Vendemmia”, un momento da condividere con gli agronomi e gli enologi del Gruppo Tecnico Masi tra la selezione dei migliori grappoli e la geometria dei filari a perdita d’occhio.  

Maggiori informazioni

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati