La Notte delle Bacchette, la solidarietà guarda a Est

Il 20 febbraio a Milano una serata per dare un calcio alla diffidenza, alla discriminazione, alle paure. Anzi, un colpo di bacchette!

Se è vero che spesso il pregiudizio si combatte (anche) a tavola e che il cibo rappresenta un ottimo modo per conoscere culture e abbattere confini psicologici, quella proposta per il prossimo giovedì, 20 febbraio, a Milano – ma l’iniziativa lanciata da Lorenzo Biagiarelli si può naturalmente estendere ad altre località, per dare se non altro uno stimolo e un supporto morale e simbolico oltre che a sostenere gli incassi – è una vera e propria “chiamata alle armi” per aiutare chi è in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria in Cina e chi anche qui da noi, pur senza rappresentare alcun rischio concreto, sta affrontando un periodo difficile: prenotazioni in calo nei ristoranti, diffidenza, episodi di vero e proprio razzismo.

Le armi in questione saranno del tutto innocue però, visto che l’invito è quello ad “abbracciare” le bacchette per gustare le specialità proposte dai ristoranti cinesi e non, e anche da sale da tè, enoteche, gastronomie, riuniti tutti insieme per una serata di delizie e solidarietà. Scegliendo uno degli indirizzi aderenti – la lista si può trovare sui canali social, dalla pagina FB a Instagram (@lanottedellebacchette) – si partecipa infatti a una raccolta fondi per sostenere i progetti di ‘Amici dei Bambini Onlus’, che da settimane raccoglie donazioni e materiale per aiutare a gestire l’emergenza sanitaria negli orfanotrofi in Cina (ulteriori informazioni a riguardo sul sito www.aibi.it).

Ogni locale offrirà un piatto solidale, e devolverà il 50% della sua vendita all’associazione. Presso ogni locale saranno in vendite delle speciali spille solidali, il cui ricavato andrà in beneficienza alla stessa AiBi. E per una volta, la condivisone social del cibo potrà avere anche una buona causa: l’ulteriore invito è a sfidare amici e followers al #bacchettechallenge, la catena-social più acrobatica del momento: spostare nove oggetti, anacardi, ravioli – chicchi di riso per i più esperti – da una ciotola all’altra scandendo ad ogni passaggio una lettera dello slogan: F-O-R-Z-A-C-I-N-A! Chi si vuole cimentare può filmare l’impresa e condividerla sui profili social taggando gli amici da sfidare con gli hashtag #bacchettechallenge e #lanottedellebacchette. Che si uniscono a quelli già diffusi nelle ultime settimane: #iovadoalcinese e #iomangiocinese

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin