Cerca
Close this search box.
Sara Porro Myriam Sabolla

Nuovi appuntamenti solidali e ottolenghiani di Cuochi Ma Buoni

Gli appassionati dello chef Ottolenghi si riuniranno ancora intorno a un tavolo: Sara Porro e Myriam Sabolla continuano la raccolta fondi destinata ad associazioni benefiche e progetti di inclusione.

Era marzo 2022 quando venne organizzato il primo appuntamento gastronomico di Cuochi Ma Buoni, gruppo di appassionate – e un appassionato – di cucina che organizza pranzi e cene per raccogliere fondi destinati ad associazioni benefiche e progetti di inclusione. Tutto partì a sostegno dell’associazione Refugees Welcome, a seguito del conflitto in Ucraina, grazie a un’intuizione della food writer Sara Porro e della cuoca Myriam Sabolla, entrambe content creator e grandi fan dello chef israeliano Yotam Ottolenghi.

In questi due anni hanno rafforzato la loro community, organizzando anche dei ritiri ottolenghiani in montagna sempre con focus sulle ricette ed escursioni. Tra raccolte fondi e rivisitazione di piatti squisiti, la loro missione non è cambiata e, da sabato 15 giugno torna il loro calendario di eventi “buoni e giusti” che riunisce un gruppo di volontari per dare vita a una beneficenza inclusiva, supportata anche da diverse aziende. Gli ingredienti dei loro menu sono infatti donati da diverse realtà, da Coop Lombardia che devolve l’intera spesa alimentare, a FIVI, la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, che mette sulla tavola gratuitamente il suo vino di produttori artigiani; sempre nel segno del dono, il 100% del ricavato di questi eventi va direttamente agli enti che vengono scelti per specifici progetti meritevoli, efficaci e sostenibili. Inoltre, dallo scorso ottobre Cuochi Ma Buoni ha costituito il proprio fondo solidale nell’ambito di Fondazione di Comunità Milano per offrire un’ulteriore garanzia sulla destinazione dei fondi.

«Nel tempo trascorso da quella prima cena nel marzo del 2022 ci è progressivamente diventato chiaro quello che intendevamo fare: creare un gruppo di lavoro formato solo da volontari, con spese ridotte all’osso così da donare sempre il 100% dei fondi raccolti; e realizzare eventi inclusivi – accoglienti per tutti e tutte, adulti e bambini – accessibili a livello di prezzo – hanno commentato Sara Porro e Myriam Sabolla –. Il fine ultimo è promuovere una cultura del dono, l’idea che ciascuno di noi possa fare una piccola parte: la solidarietà non è un’esclusiva di persone con grandi risorse di tempo e di mezzi».

La prima cena di raccolta fondi della stagione è fissata per sabato 15 giugno presso la Comunità Il Seme, in zona Piola, che ospita minori migranti non accompagnati. Il ricavato sarà diviso tra Farsi Prossimo, la cooperativa che la gestisce, momenti di socializzazione dei (ad esempio uscite, gite, vacanze estive) e progetti di rafforzamento della lingua italiana, attraverso corsi e attività didattiche e non. Il mese successivo la data da segnarsi in calendario è quella di domenica 7 luglio, quando avrà luogo l’aperitivo presso il Rise Live Bistrot di Vimercate – già partner di Cuochi Ma Buoni, tra pane e focaccia insieme a salse di ispirazione ottolenghiana, birra e vino artigianali.

Maggiori informazioni

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati