Cambiamenti nella World’s 50 Best Restaurants

I ristoranti in vetta alla classifica nelle edizioni passate usciranno dalla competizione

Hélène Pietrini e William Drew (director e group editor della prestigiosa classifica internazionale) comunicano un importante cambiamento nel sistema di elezione del miglior ristorante al mondo: i vincitori delle passate 17 edizioni della World’s 50 Best Restaurants, non potranno più partecipare alla competizione. Ma non è un fuori gioco per questi fuori classe, tutt’altro: dal The French Laundry di Thomas Keller (2003) all’Osteria Francescana di Massimo Bottura (2018), i migliori ristoranti di sempre entreranno a far parte di un olimpo denominato “Best of the Best”. I top restaurants appartenenti alla categoria, saranno attivamente coinvolti nelle numerose iniziative che ruotano attorno al concorso, fra cui tavole rotonde come la #50BestTalks e masterclass d’eccezione. 

Obiettivo del nuovo regolamento, pienamente appoggiato dai suddetti passati vincitori, è dare la possibilità ai talenti emergenti di ottenere la visibilità che meritano, evitando il rischio di alternanza fra i “soliti noti” al top della classifica, oltreché attingere al bacino di esperienza e conoscenze dei grandi chef passati per il vertice, creando un dialogo più vivo, in grado di dare un importante valore aggiunto all’universo della World’s 50 Best Restaurants. Ad aggiungersi a questa novità, un altro interessante cambiamento: dal 2019 il 50% della giuria sarà composta da donne.

Garofalo