Involtini vietnamiti

Sfiziosi involtini di carta di riso farciti con gamberetti e verdure

involtini vietnamiti food and wine italia

Tempo totale: 1 ora e 10 min

Dosi per: 6-8 persone

 

2 carote

2 cetrioli

24 gamberi cotti e sgusciati

150 g di spaghetti di riso oppure 340 g di germogli di soia sbollentati

16 fogli di carta di riso

1/2 cespo di lattuga manigotto o lollo rossa

32 foglie di menta fresca

32 foglie di coriandolo fresco

230 ml di nuoc cham 

Gli involtini di carta di riso possono essere farciti praticamente con qualunque cosa sia abbastanza morbida o tagliata finemente da poter essere manipolata e modellata a piacere. Usate questa ricetta come punto di riferimento per le quantità e le modalità di preparazione. Una volta imparate le tecniche per arrotolare gli involtini, sostituite i gamberetti con maiale, pollo o tofu e le carote e cetrioli freschi con funghi shiitake saltati in padella. L’importante è preparare in anticipo tutti gli ingredienti e disporli a portata di mano vicino alla carta di riso, che sarà così inumidita, riempita e arrotolata in poco tempo.

Utilizzate un tagliere, placca da forno o panno pulito come piano di lavoro. Se invece i commensali preparano i loro involtini da soli, forniteli di piatti piani. Riempite con due dita d’acqua calda una padella di grandi dimensioni per bagnare la carta di riso. Se preparate gli involtini a tavola insieme agli ospiti, disponetevi varie ciotole d’acqua. Organizzate le varie farciture vicino al vostro piano di lavoro. Pelate le carote e tagliatele a julienne. Lavate lattuga e cetriolo e tagliateli a fette sottilissime. Incidete i gamberi a metà per la lunghezza ed eliminate le interiora.

Cuocete gli spaghetti di soia in acqua bollente; scolate e sciacquate con acqua fredda. Lasciateli scolare fino al momento di utilizzarli.

Per assemblare gli involtini: immergete 1 foglio di carta di riso, ruotandolo delicatamente con le mani per qualche secondo in modo da bagnarlo da tutte le parti. Ponetelo sul piano di lavoro e lasciatelo riposare finché non sia completamente flessibile e leggermente appiccicoso, da 30 a 60 secondi. Non lasciate la carta a mollo nell’acqua.

Disponete circa 2 cucchiai di lattuga a julienne nel terzo inferiore della carta di riso. Coprite con 3 cucchiai di spaghetti, qualche foglia di menta e di coriandolo. Completate con qualche pezzo di carota, di cetriolo e 3 metà di gambero.

Ripiegate il foglio di carta di riso sopra alla farcitura. Se il primo dovesse diventare troppo appiccicoso, bagnatevi le dita e inumiditene i bordi. Arrotolate con cautela una volta partendo dal fondo e spingendolo lontano da voi; premendo con le mani per tenere la carta ben aderente al ripieno. Chiudete le estremità rimboccando la carta di riso verso il centro (se l’involtino vi sembra troppo pieno, chiudete solo da un lato e lasciate che gli ingredienti spuntino dall’altro). Continuate ad arrotolare in avanti dando forma a un pacchettino. La carta di riso si sigilla da sola. Adesso i vostri involtini sono pronti per essere serviti o conservati per uso successivo. 

Tempo di conservazione: per conservare gli involtini, separateli uno dall’altro con pellicola alimentare per evitare che si appiccichino. Alternativamente, disponete gli involtini in cerchio facendo attenzione che si sfiorino solo le estremità. Coprite con pellicola alimentare e conservate a temperatura ambiente per 3 ore. Non è consigliabile conservarli in frigorifero poiché si induriscono e tendono a disfarsi.

Garofalo