Seriously Dirty Martini

il Dirty Martini della chef Alex Guarnaschelli, perfetto abbinamento per i mini sandwich con brie e marmellata di porri all’aceto balsamico

martini

Tempo totale: 10 minuti

Dosi per: 2 persone

  • 1 bicchiere di ghiaccio tritato

  • 150 ml di gin (tipo Hendrick’s)

  • 30 ml di salamoia di olive

  • 15 ml di vermut secco

  • 15 ml di salamoia di capperi

  • Pepe nero macinato

  • 6 olive verdi di Cerignola

«Adoro il martini preparato con la vodka. Un classico», afferma Alex Guarnaschelli. «Ma amo altrettanto cambiare, di tanto in tanto. Un martini al gin floreale delizia il palato e stimola l’appetito». Quando invita degli amici a casa sua, Guarnaschelli prepara volentieri questi cocktail ghiacciati, “seriously dirty”, con tante olive e pepe nero appena macinato, oltre a una generosa spruzzata di salamoia del vasetto dei capperi, sempre presente nel suo frigo. «È l’ingrediente segreto», dice lei.

Unite ghiaccio, gin, salamoia di olive, vermut e salamoia di capperi in uno shaker.

Copritelo e agitatelo delicatamente finché l’esterno non sia brinato, per circa 30 secondi. Versate in 2 bicchieri da martini, filtrando con lo strainer. Completate con una macinata di pepe nero e guarnite con olive verdi.

Per preparare i suoi Seriously Dirty Martini, Alex Guarnaschelli utilizza salamoia di capperi e olive: il risultato è un cocktail sapido, un perfetto abbinamento per i mini sandwich con brie e marmellata di porri all’aceto balsamico.

foto di Charissa Fay

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin