Cerca
Close this search box.
The First Roma Arte

The First Roma Arte rinnova i suoi spazi prima della conquista di Cortina

Dopo il restyling di camere e hall con annesso bar, salottino del due stelle Michelin e library del boutique hotel nella Capitale, il gruppo Pavilions è pronto a seguire il nuovo corso di un inedito cinque stelle sulle Dolomiti prima delle prossime Olimpiadi invernali.

Può darsi che non ve ne siate accorti ma The First Roma Arte ha chiuso per qualche mese durante l’ultimo inverno per completare la ristrutturazione delle sue 28 camere. Solo l’albergo però: il due stelle Michelin di Acquolina è rimasto sempre operativo. Se la scorsa estate era stato svelato il nuovo aspetto di Acquaroof Terrazza Molinari, quest’anno le modifiche hanno interessato la zona notte e alcuni spazi comuni. L’area destinata all’ospitalità del boutique hotel a via del Vantaggio, stradina che taglia perpendicolarmente via del Corso a ridosso di piazza del Popolo, si presenta oggi al pubblico con una veste completamente rinnovata rispetto all’apertura del 2011: via la moquette dalle suite in favore di un parquet in rovere naturale, il sodalizio con Galleria Mucciaccia si estende ad altri interlocutori (sono presenti circa 200 opere e tutto ciò che è esposto si può acquistare) e i cinque piani sono stati dedicati a un diverso artista. 

La novità più recente riguarda invece la hall dove è stata buttata giù una parete per ricavare un bar (non ci sono altre foto se non quella di apertura: i lavori sono terminati ieri, poche ore prima dell’opening ufficiale) che presenta un bancone con una vetrina dolce, una bottigliera per miscelare i grandi classici e un menu smart con le classiche proposte da hotel, dalla Caesar Salad al Club Sandwich. Attiguo è poi l’ingresso al ristorante (tra i protagonisti della nostra ultima cover story con la pasta fredda di Daniele Lippi) in cui è stato ricreato un salottino d’attesa, mentre nella sala di fronte c’è adesso una library con possibilità di personalizzarla per meeting e riunioni. L’intero restyling porta la firma dello studio di architettura Marincola che dall’inizio cura il progetto di questo urban resort.

Non sono però stati gli unici lavori che il gruppo Pavilions ha seguito in questi mesi. Già presente a Roma con altre due insegne di ospitalità a tema, The First Dolce (l’apertura risale al post pandemia ed è caratterizzata dalla sua raffinata pasticceria) e The First Musica (il più recente indirizzo visto che è stato inaugurato lo scorso anno con una delle terrazze più panoramiche della città), il brand sta adesso investendo su Cortina d’Ampezzo (a soli cinque minuti di navetta dagli impianti di risalita!). A condividere qualche spoiler è Andrea Pierini, direttore cluster di tutti gli hotel che, oltre a questo tris capitolino di cinque stelle, si prepara alla nuova avventura di lusso sulle Dolomiti: «Saremo pronti entro il 2025 giusto in tempo per le Olimpiadi Invernali del 2026. Prenderemo il posto dello Splendid Hotel Venezia». A seguire il cantiere è sempre l’architetto Antonio Marincola insieme al suo staff e, a differenza delle attuali strutture romane, si sta concentrando sull’area Spa con piscina interna, spa e hammam. «Sarà il fiore all’occhiello di questa nuova destinazione», aggiunge Pierini. I buongustai saranno felici di sapere che non mancherà naturalmente un’offerta gastronomica di qualità che continuerà a essere supervisionata da Daniele Lippi. Ma pare sia solo l’inizio di una futura espansione del gruppo: «Ci stiamo guardando intorno per approdare in altre piazze. Per il momento vogliamo restare in Italia», conclude il direttore.

Maggiori informazioni

The First Roma Arte
Via del Vantaggio 14, 00186 Roma
pavilionshotels.com/destinations/italy/thefirstarte/

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati