Autunno al Four Seasons di Milano: il nuovo menu tartufo e vino

Al ristorante La Veranda il nuovo Executive Chef Fabrizio Borracino racconta la Toscana e i suoi produttori: Savini Tartufi e Montevertine

Four Seasons tartufo

Dal Mugello alle Crete Senesi, profumi e sapori toscani arrivano nel cuore di Milano al ristorante La Veranda del Four Seasons, che dedica un menu speciale alla stagione autunnale e ai suoi prodotti. 

Il frutto più prezioso della terra, il tartufo, e i grandi vini delle terre toscane saranno i protagonisti dei piatti firmati dal nuovo Executive Chef Fabrizio Borracino, con l’obiettivo di celebrare le grandi materie prime italiane e i loro produttori. 

Lo chef abruzzese è stato ispirato dalla sua passata esperienza nel Chianti – al Poggio Rosso di Borgo San Felice, dove ha conquistato la sua prima stella – grazie alla quale è entrato in contatto con due grandi nomi della produzione toscana, Savini Tartufi e Montevertine. 

Quella di Savini non è solo una delle più note aziende nel suo campo, ma una famiglia che con passione da quattro generazioni vanta lavorazioni artigianali e un continuo studio del territorio in cui, durante l’anno, raccoglie le diverse tipologie del fungo ipogeo.

Bianco, nero o uncinato, il tartufo sarà il fil rouge di tutta l’esperienza, che sarà possibile assaporare dal 7 novembre al 7 dicembre: tra le portate non mancherà un grande classico come il tagliolino, accompagnato da rapa bianca e tartufo bianco, ma anche sapori più contrastanti, come quelli della royale di lepre con garganelli al caprino, melograno e tartufo bianco, fino a terminare in dolcezza con uno zabaione mele, nocciola e tartufo. 

Una materia prima tutta italiana che non poteva che sposarsi con un grande nome dell’enologia toscana, Montevertine: l’azienda, nel cuore del Chianti, da fine anni ’70 ha dato origine al Pergole Torte – il primo esempio di sangiovese vinificato in purezza della zona – che non seguendo il disciplinare d’epoca, costrinse l’azienda ad uscire dal consorzio del Chianti Classico. Proprio il Pergole Torte sarà uno dei vini in accompagnamento al menu dello chef Fabrizio Borracino, insieme al Pian del Ciampolo 2017 e al Montevertine 2016, che sin dalle prime vendemmie vantano una vinificazione tradizionale e solo varietà tipiche del territorio chiantigiano, come sangiovese, lanaiolo e colorino.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin