Hic et Nunc

, ,

Hic et Nunc: l’espressione “trasparente” dei vini del Monferrato

Visita alla cantina piemontese dove gli ospiti possono seguire l’intero processo di vinificazione dalla vigna alla barricaia. Per l’estate, in programma un ricco calendario di appuntamenti, tra degustazioni multisensoriali, un inedito show cooking stellato e vendemmie didattiche.

Pronunciare oggi in Italia le parole Hic et Nunc potrebbe significare due cose: il rimando alla locuzione latina del “qui e ora” oppure il più recente corso dell’impresa vitivinicola nata nel 2012 a Vignale Monferrato, in Piemonte. In realtà, per la lungimirante proprietà, incarnata dalla coppia di imprenditori bergamaschi Massimo Rosolen e Valentina Pascarella, la scelta del nome coincide con la filosofia dell’azienda, una impresa giovane che integra tradizione e innovazione in un progetto avanguardistico che unisce il senso di appartenenza al territorio – è stato amore a prima vista per i proprietari -, la passione per la coltivazione di vigneti storici e la professionalità di tutta la squadra. Andando verso questo anfiteatro naturale tra filari di vite, campi coltivati e pascoli, non risulta difficile mettere a fuoco il profilo “trasparente” della cantina, incavata nella collina per ridurre il più possibile l’impatto paesaggistico in un luogo che l’Unesco ha riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Qui i muri diventano vetrate che corrono lungo tutto il perimetro dell’edificio, invitando lo sguardo a seguire l’intero processo di vinificazione fino alla barricaia, nel segno di una “trasparenza produttiva” alla base del manifesto di Hic et Nunc.

Tradizione e terroir stanno al passo con l’architettura contemporanea e visionaria grazie alla scommessa di riaccreditare alcuni vitigni autoctoni, su tutti grignolino e cortese. Il primo è un cru del basso Monferrato e del pendio stesso dove ha sede la cantina: un’uva ribelle perché chiede attenzioni, non matura in modo omogeneo e pretende tanto sole; il secondo, vive oggi la sua fase di riscatto, e dopo aver rischiato l’estinzione a causa della fillossera venne riportato in auge da Mario Soldati negli anni cinquanta. L’operazione di riscoperta e valorizzazione è stata potenziata dall’ultima etichetta nata, la prima di Metodo Classico per Hic et Nunc, che esce dagli schemi della spumantizzazione, assemblando due vitigni che solitamente sono interpretati nella loro versione ferma: il cortese, appunto, e il barbera. Così è nato Monbullae, pas dosé che prende l’aromaticità spiccata del vitigno a bacca bianca e la freschezza e la struttura di quello a bacca rossa.

La chicca di questo wine tour è Ca’ Dell’Ebbro, wine resort tra le vigne del Monferrato dove viene voglia di immergersi, qui e ora. Recuperato da un’antica casa colonica piemontese, questo agriturismo – che può ospitare circa 17 ospiti – è strettamente collegato alla casa vitivinicola e può essere un buon punto d’incontro dopo un giro in bicicletta e una degustazione in cantina.
L’estate si annuncia ricca di novità tra calici, relax e territori da scoprire. Sabato 25 giugno gli appassionati di picnic, dopo la visita guidata in cantina potranno rigenerarsi con un pranzo in vigna degustando una box di prodotti del territorio abbinata a tre etichette Hic et Nunc (Femminile Singolare, Altromondo, Pandemonio).

C’è tanta attesa, invece, per lo show cooking in cantina dedicato ai vini di Hic et Nunc. Il  pluristellato Enrico Bartolini il prossimo 3 luglio cucinerà insieme allo chef Gabriele Boffa, 1 Stella Michelin alla Locanda Sant’Uffizio, ristorante in provincia di Asti tra le luminose insegne della galassia Bartolini. Per l’occasione, gli chef realizzeranno live il Risotto al peperone giallo e Brut Rosé Pandemonio Hic et Nunc, olive e sgombro marinato. Seguirà la degustazione delle etichette Hic et Nunc accompagnata dall’area buffet – a cura del Sant’Uffizio – articolata in isole, tra street food da passeggio, salumi e formaggi, primi e dessert. Poi, serate jazz sotto le stelle, performance multidisciplinari nella cantina che coniugheranno discipline artistiche (musica, balletto, teatro e pittura) a singole degustazioni, mentre i più piccoli a settembre saranno protagonisti di vendemmie didattiche e cacce al tesoro in vigna.

Maggiori informazioni

Hic et Nunc
Località Ca’ Milano, 7
Frazione Mongetto
15049 Vignale Monferrato (AL)
info@cantina-hicetnunc.it
Tel. +39 0142 67 01 65

Qui il calendario degli eventi di Hic et Nunc

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati