Migliaccio nella frolla

Dolce campano tipico del Carnevale, in Penisola Sorrentina il migliaccio diventa morbido ed è spesso racchiuso dalla frolla. Ecco la ricetta dello chef Peppe Guida.

Carnevale peppe guida

Tempo di preparazione: –

Tempo totale: –

Dosi per: 1 torta di migliaccio (circa 10 persone)

Per la frolla

  • 1 kg di farina
  • 400 g di zucchero
  • 400 g di strutto (o burro)
  • 5 uova
  • Scorze di agrumi grattugiate

Per il migliaccio               

  • 180 g di semolino di grano duro
  • 700 g di latte aromatizzato con una bacca di vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • 450 g zucchero
  • 80 g burro
  • 5 uova
  • 500 grammi di ricotta di pecora (detta romana)
  • 100 g di cedro candito
  • 100 g di arancia candita
  • 1 fialetta di aroma mille fiori
  • la buccia grattugiata di mezza arancia e mezzo limone non trattati
  • 2-3 cucchiai di Limoncello

 

Zucchero a velo per guarnire

Per la frolla

Disponete la farina a fontana e mettete al centro lo strutto (o il burro a pomata se preferite), le uova e gli aromi. Impastate velocemente e, una volta formata una palla, avvolgete nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Per il migliaccio             

Cuocete il semolino con il latte e un pizzico di sale per circa 3-4 minuti dopo che ha preso il bollore, mescolando con una frusta. Fate intiepidire, quindi, sempre mescolando, aggiungete lo zucchero e il burro.

Una volta raffreddato il composto, unite la ricotta e le uova mescolando con una frusta elettrica per renderlo liscio.

 

Dividete la frolla in due parti. Stendete ognuna delle parti con un mattarello e con una parte foderate uno stampo di circa 26 cm. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.

Versate il composto fino quasi al bordo, livellate e ricoprite con l’altra parte della frolla. Infornate per un’oretta circa, in forno a 170° C.

Cospargete la superficie con zucchero a velo e servite.

NOTA
Se dovesse avanzare la frolla, si possono fare dei buonissimi biscotti.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin