musica e cibo

Musica e cibo, la “summer of food” continua

Dal Friuli alla Versilia, due appuntamenti – No Borders Festival in abbinamento a Ein Prosit Summer Edition e La Prima Estate Food – che uniscono gastronomia e concerti per un’estate da godersi con tutti i sensi.

Dopo l’annuncio della “svolta gastronomica” del Jova Beach Party, ecco altri due eventi estivi che uniscono alla buona musica – con nomi di spicco e belle chicche da scoprire – un côté gastronomico di tutto rispetto, con “line up” culinarie altrettanto interessanti.

Si parte dalla Versilia, al Lido di Camaiore, dove dal 21 al 26 giugno il festival musicale La Prima Estate vede quest’anno un’interessante “appendice” enogastronomica la cui direzione artistica è affidata a Gennaro Esposito. È stato lo chef de La Torre del Saracino a stilare il programma de La Prima Estate Food, coinvolgendo cinque colleghi toscani per il calendario di cooking show affacciati sul mare della Versilia. Mentre infatti al parco BussolaDomani si esibiranno artisti come Duran Duran, The National, Anderson .Paak, Bonobo, Bluvertigo e molti altri (ogni sera a partire dalle 18:30, in un’atmosfera rilassata e pienamente “da vacanza”), al mattino sarà il dehors vista mare del Ristorante La Risacca (nella foto) a fare da palcoscenico alle preparazioni degli chef seguite dall’assaggio del piatto proposto in abbinamento a un vino, per un numero massimo di 30 partecipanti.

Ad aprire il calendario, martedì 21 giugno alle 15.30 (unico appuntamento pomeridiano della rassegna) sarà la chef pâtissière Loretta Fanella, alla guida del Loretta Fanella Pastry Lab di Livorno, con il suo dessert Estate che gira: cremoso allo yogurt, panna cotta alla fragola, gelatina di albicocca, cremoso al pistacchio e gelato al lampone. Il 22 è il turno di Cristiano Tomei, estroso e vulcanico chef viareggino che ha da tempo scelto Lucca come sede del suo Ristorante L’Imbuto, con i suoi Ravioli Verdi. Il 23 arriva Luca Landi – originario della Garfagnana e dal 2004 alla guida del ristorante stellato Lunasia di Viareggio – con le sue Linguine di semola di grano duro mantecate in estratto di verdure estive con calamari, briciole di pane allo zafferano versiliese. Il 24 è il turno di Gennaro Esposito, che dalla Penisola Sorrentina porta un excursus su un’altra costa con la sua Zuppetta di olive Nocellara e mandorle, purea di finocchi e pesce bandiera anni ’80. Il 25 in cartellone c’è Filippo Saporito (artefice con la moglie Ombretta Giovannini de La Leggenda dei Frati nella meravigliosa location fiorentina di Villa Bardini) che propone il Carpaccio di barbabietola, mayo vegana, erbe di Simone. Mentre a chiudere la rassegna, domenica 26 giugno, sarà il macellaio casentinese Simone Fracassi. Noto come il “Re della Chianina” non poteva che incentrare su questa nobile carne la sua ricetta: Nudo e crudo: vitellone bianco dell’Appennino Centrale di razza chianina Igp.

In Friuli Venezia Giulia, nell’incantato scenario montano del Tarvisiano e con il palcoscenico naturale fornito dai laghi di Fusine o dalle cime e i rifugi di Sella Nevea e del Passo Pramollo, tra fine luglio e agosto torna l’appuntamento con il No Borders Music Festival, happening di musica senza confini né di appartenenza sociale o geografica degli artisti invitati né tantomeno di genere musicale: il cartellone 2022 spazia dalla musica classica alla indie, andando dalla “super jazz band” formata da Jan Garbarek, Trilok Gurtu, Paolo Fresu e Carlo Cantini al cantautore e polistrumentista britannico James Blunt, fino all’italiano Brunori Sas e così via. Un “contenitore di esperienze musicali” che si arricchisce per il terzo anno del programma gastronomico della Summer Edition di Ein Prosit (la cui XXII edizione canonica tornerà in ottobre a Udine). Gli ultimi due “week end” lunghi di luglio, infatti (dal 22 al 24 e dal 29 al 31) vedranno infatti nel Tarvisiano cene stellate, escursioni nella natura accompagnate da guide esperte, forest bathing, laboratori e degustazioni.

Se i ristoranti locali aderenti proporrano un menu dedicato alla tradizione culinaria del Tarvisiano (con almeno un piatto tipico rivisto in maniera personale), il calendario degli Itinerari del Gusto prevede partecipazione di chef nazionali ed internazionali che proporranno la loro cucina presso i ristoranti del territorio: ci saranno Riccardo Gaspari (SanBrite), Ana Roš (Hiša Franko), Giancarlo Morelli (Pomiroeu), Luigi Taglienti (IO), Eugenio Boer (Bu:r), Salvatore e Francesco Sodano (Local Venezia), Nino Rossi (Qafiz), Antonio Biafora (Hyle), Matteo Metullio (Harry’s Piccolo), Andrea Aprea (Ristorante Andrea Aprea), Benedetto Rullo, Lorenzo Stefanini e Stefano Terigi (Giglio), Giuseppe Rambaldi (Cucina Rambaldi), Ariel Hagen (Saporium) e Fabio Curreli (AlpiNN).

Al vino, e in particolare alla eccellente produzione regionale e ai grandi vini bianchi di diversa provenienza, saranno dedicate una serie di degustazioni guidate – all’aperto, ai laghi di Fusine – con esperti come Luca Gardini, Francesco Annibali e Gae Saccoccio, mentre i laboratori condotti da Bepi Pucciarelli e Savio Del Bianco saranno incentrati sulla scoperta di abbinamenti tra le specialità gastronomiche ed etichette di tutta la Penisola.

Maggiori informazioni

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati