Trota arrosto con erbe e mandorle al burro

Il limone a fette e un mazzetto di erbe fresche donano sapore a questa trota dall’interno, mentre le mandorle tostate danno un tocco finale croccante.

trota

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo totale: 40 minuti

Dosi per: 4 persone

  • 3 limoni tagliati a fette sottili


  • 1 mazzetto di rosmarino fresco (circa 10 rametti)


  • 1 mazzetto di timo fresco (circa 15 rametti)


  • 1 mazzetto di origano fresco (circa 35 rametti)

  • 1 mazzetto di salvia fresca (circa 8 rametti)


  • 4
 trote intere pulite (circa 350 g)

  • 45 ml di olio extravergine d’oliva

  • 16 g di sale


  • 2,5 g di pepe nero

  • 60 g 
di burro

  • 55 g di mandorle in scaglie

Servitel la trota su un letto di insalata di rucola, e fettine di finocchio e ravanelli tagliate sottili.

 

Preriscaldate il forno a 230°C. Disponete su una teglia grande coperta
da carta da forno metà delle fette
 di limone e metà delle erbe fresche. Cospargete per bene le trote con 2⁄3 dell’olio; salate e pepate le trote sia all’interno sia all’esterno. Riempite le cavità delle trote con le restanti fette di limone e rametti di erbe aromatiche in pari quantità.

Adagiate le trote sulla teglia. Cuocete nel forno preriscaldato, saranno pronte dopo 16-20 minuti,
o quando il termometro inserito nel punto spesso vicino alla testa misurerà circa 60°C.
Trasferite le trote su un grande piatto da servizio.

Scaldate il burro e il restante olio in una padella a fuoco medio. Aggiungete le mandorle a scaglie e fatele cuocere, mescolando continuamente, fino a dorarle leggermente, per 2-4 minuti. Togliete dal fuoco (le mandorle continueranno a brunirsi) e mescolate aggiungendo il sale rimanente. Con un cucchiaio versate in modo omogeneo il mix di mandorle sulle trote.

VINO
Un Riesling altoatesino ricco e fragrante di miele e zafferano: Praepositus Abbazia di Novacella del 2018.

foto Victor Protasio

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin