Ischia Safari festival

È tempo di festival

Non solo Venezia: a settembre in tutta Italia sono in programma feste e kermesse che uniscono spesso gastronomia, intrattenimento e approfondimento e si propongono come il modo ideale per superare la nostalgia dell’estate.

Il Festival italiano per antonomasia del mese che per molti segna l’inizio del “nuovo anno” è senz’altro quello del cinema di Venezia (al cui côté gastronomico abbiamo dedicato un approfondimento), così come Sanremo lo è per la stagione invernale. Ma in realtà settembre è pieno di altri appuntamenti interessanti anche nell’ambito food&wine, che puntano sulle atmosfere festose e su format quanto più conviviali possibile: talvolta patinati e modaioli e talaltra più autentici e veraci, sempre altamente goduriosi.

Si parte dalla Sardegna, e più precisamente da Cabras – località in provincia di Oristano affacciata sull’omonimo stagno detto anche Mari Pontis, tra i più grandi d’Europa, dove crescono i muggini tradizionalmente usati per produrre il pregiato “insaccato di mare” – dove dall’8 al 10 settembre è in calendario la seconda edizione del Festival della Bottarga, che dallo scorso anno ha “ereditato” e innovato la ventennale sagra locale dedicata a questo prodotto simbolo della Penisola del Sinis (che, insieme all’isola di Mal di Ventre, è Area Marina Protetta) e dell’intera isola. Il programma, che presta particolare attenzione anche ai temi della sostenibilità, prevede cooking show e laboratori dedicati alla bottarga e ai suoi usi in cucina con esperti e chef come Alessandro Bellingeri dell’Osteria Acquarol, Francesco Brutto di Venissa e Salvatore Camedda del Ristorante Somu a Baja Sardinia (ma in passato nel cuore di Oristano), ma anche convegni e incontri dedicati a cultura, alimentazione, ambiente e territorio e momenti di musica, circo e teatro. A rendere speciale l’edizione 2023 è il “gemellaggio” con un altro grande prodotto sardo, la Vernaccia, che grazie alla collaborazione con Cantina Contini e il Consorzio della Vernaccia Doc sarà al centro di abbinamenti, masterclass e degustazioni a cura del sommelier Andrea Balleri, che proporrà anche cocktail a base di vino. E ci sarà pure il contest Colpi di Vernaccia in cui – introdotti da Balleri e da Francesco Bruno Fadda di Spirito Autoctono – i barman si sfideranno con la preparazione di un cocktail della categoria after dinner/any time da accostare a finger food alla bottarga.

L’11 settembre a Pagani, nel cuore dell’Agro Nocerino Sarnese dove crescono gli squisiti pomodori San Marzano e di altre eccellenti varietà accanto a gustosi ortaggi, Casa Marrazzo – l’azienda specializzata in conserve dalle proprie coltivazioni, guidata da Teresa e Gerardo Marrazzo – organizza la tradizionale Festa di fine campagna: una giornata all’insegna della ruralità e del buon cibo che prevede anche visite ai campi di pomodoro e alla settecentesca chiesa della Madonna delle Galline (su prenotazione) per poi trasferirsi in azienda per un brindisi, il corteo – tra sacro e profano – dei contadini che ringraziano la Madonna con i canti tradizionali e una cena “stellata” con i banchi di street food firmato da chef, pizzaioli e pasticceri che interpretano i prodotti aziendali. Protagonisti della serata saranno Andrea Aprea con la Pancia di maiale, provola affumicata, friarielli Casa Marrazzo e pane integrale, Francesco Franzese del Rear di Nola che interpreterà il carciofo arrosto, Giovanni Mariconda con il San Marzano Dop, Michele De Blasio – alla guida de I Giardini del Fuenti – con il peperone arrosto, e la lievitista e pasticcera Anna Belmattino con la sfogliatella napoletana con ripieno di albicocche candire. E come “special guest”, ci sarà la pizza a ruota di carro della tradizione napoletana di 50 Kalò di Ciro Salvo, con i diversi prodotti di Casa Marrazzo.

Ancora in Campania, ma questa volta a Ischia, dal 17 al 19 settembre torna l’appuntamento con Ischia Safari, la kermesse gastronomica che unisce cucina e solidarietà (supportando la formazione dei giovani nel settore dell’ospitalità) organizzata dagli chef isolani Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro (nella foto di apertura) attraverso l’associazione culturale Ischia Saperi e Sapori, di cui sono fondatori insieme a Giancarlo Carriero, Marco Castagna, Paolo Fulceri Camerini e Marianna Schiano. Quest’anno il ricavato della tre giorni andrà a un istituto dell’Emilia Romagna, regione duramente colpita dalle alluvioni dei mesi scorsi. Domenica 17 l’Albergo della Regina Isabella a Lacco Ameno ospiterà la charity dinner “stellata” con le proposte di chef (Angelo Sabatelli, Bobo Cerea, Francesco Bracali, Francesco Sposito, Giancarlo Morelli, Giovanni Solofra, Giuseppe Guida, Nicola Somma, Nino Di Costanzo, Pasquale Palamaro, Riccardo Valore e Salvatore Elefante, Sandro e Maurizio Serva, Savio Perna), pizzaioli (Francesco Martucci, Ivano Veccia, Gabriele Bonci, Sasà Martucci), artigiani del gusto (Alessio Navacci, Riccardo Martellucci, Vito Elia) e pasticcieri (Alessandro Slama, Antonino Maresca, Benito Odorino, Carmen Vecchione, Emilio Panzardi, Mario Di Costanzo, Nello Iervolino, Salvatore Gabbiano). Lunedì 18 è invece in programma all’incantevole Parco Termale Negombo, nella baia di San Montano, quella che si prefigura come la più grande “festa della pizza” della stagione, con 25 forni e oltre 40 grandi pizzaioli da tutta Italia che proporranno ogni genere di impasti – pizza napoletana, romana, teglia, pala, padellino, pucce, pizze fritte, pane, parigine – oltre al repertorio di friggitoria napoletano e nazionale, utilizzando prodotti locali per topping e farciture. Mentre – novità del 2023 – la serata conclusiva al Castello Aragonese sarà dedicata ai giovani pasticceri chiamati a partecipare alla gara che individuerà un Dolce per Ischia, ulteriore omaggio all’isola e alle sue tipicità.

Il 19 settembre a Fiumicino è in programma una bella serata di Periferia Iodata, l’associazione creata da chef, ristoratori, pizzaioli, pasticceri, gelatai e bartender del litorale a nord di Roma per promuovere il territorio e le “buone pratiche”. Se l’anno scorso, in pieno agosto, ci si era dati appuntamento alla Baia, sulla spiaggia di Fregene, per una “festa d’estate” in piena regola, quest’anno sarà il 4112 – il locale informale di Lele Usai, al piano terra della struttura che ospita anche il ristorante stellato Il Tino, in un cantiere nautico affacciato sul Tevere – a fare da cornice alla serata Gente di Fiume, in cui diversi associati proporranno drink, piatti e dessert con i prodotti del territorio: dal cocktail di benvenuto Periferia Royale (twist sul Kyr Royale) al supplì con pescato di Fiumicino, proseguendo con portate come gli Spaghetti di “Mare, Terra e…Pineta”, il Muggine all’erba di macchia e di duna e le Armonie Pinolate (gelato di pinoli DeCo di Fregene in quattro consistenze).

Altri appuntamenti in breve

Ecco qualche altro appuntamento interessante in programma a settembre, in Italia e non solo, raccontato brevemente:

Dal 6 al 10 a Napoli, in Piazza Municipio, si terrà la settima edizione di Bufala Fest – non solo mozzarella, kermesse enogastronomica nata per promuovere e valorizzare le peculiarità della filiera bufalina, organizzata dalla Diciassette Eventi in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e con il patrocinio del Senato della Repubblica,  della Regione Campania, del Comune e della Città Metropolitana di Napoli.

A Diamante, cittadina calabrese in provincia di Cosenza lungo la Riviera dei Cedri, nelle stesse date si svolgerà la 31° edizione del Peperoncino Festival che, nei diversi luoghi del borgo, vedrà andare in scena – oltre a stand e assaggi con vari gradi di piccantezza – spettacoli, mostre, convegni medici, film, premiazioni (Principe Gourmet 2023 è Enrico Derflinger, chef di regnanti e presidenti) e la storica finale del Campionato Italiano Mangiatori di Peperoncino: il record da battere è quello dei 1.020 grammi mandati giù da Arturo Rencricca nel 2018.

Per chi si trovasse un po’ più a nord, poi, l’8 e 9 settembre la cittadina norvegese di Mosjøen ospiterà l’annuale simposio ArktiskMat, dedicato al cibo artico e in particolare, per quest’edizione, al tema dell’Oceano e delle possibili implicazioni gastronomiche di questo complesso e diversificato ecosistema marino che ospita specie vegetali, animali, funghi e una miriade di altri organismi, preziosa risorsa naturale in grado di plasmare culture, società e abitudini alimentari. Richiamando chef acclamati ed emergenti, studenti e appassionati, l’evento – improntato a un’atmosfera informale come è abitudine nel Paese scandinavo – prevede sessioni di approfondimento, cene e momenti di svago e si prefigge anche di diffondere consapevolezza intorno alle risorse che l’uomo ha a disposizione e a un approccio sostenibile alla produzione artigianale del cibo, specialmente nelle regioni artiche.

Dal 28 settembre al 12 novembre torna “Yeast Photo Festival”, l’evento diffuso tra il borgo salentino di Matino e la città di Lecce, organizzato dalle associazioni culturali Besafe e Onthemove, con la direzione di Flavio & Frank e Veronica Nicolardi.  Si tratta della seconda edizione del festival internazionale che unisce fotografia, cibo e arti visive, con un approccio sociologico per ripensare il rapporto tra uomo e ambiente e che porterà in cartellone 12 mostre fotografiche, ma anche dibattitiworkshoptavole rotonde ed eventi collaterali per una riflessione su nutrimento e identità, tradizione e impatto ambientale, stili di vita e climate change. Il tema 2023 è “Soulfood. And Beyond.”: il cibo come nutrimento non solo del corpo, ma anche dell’anima. 

Maggiori informazioni

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati