bridgerton tea

,

Un tè con i Bridgerton

Un afternoon tea degno di Lady Whistledown servito nell'elegante sala da pranzo dell’hotel Lanesborough, a Londra, che piacerà non solo ai fan della famosa serie ma anche a chi apprezza questo classico rituale pomeridiano molto british.

Cari lettori, nell’alta società tutti parlano dell’evento più importante della stagione; è assolutamente impossibile non parteciparvi. Ci troviamo in dovere di condividere con voi questa occasione così speciale. Fino a settembre 2022 il più splendido e delizioso afternoon tea verrà servito presso The Lanesborough Hotel a Londra, e siete cordialmente invitati a unirvi a noi per questa eccezionale esperienza.

Non stiamo esagerando, e – se siete fan di Bridgerton – avrete capito che questo tè delle cinque ha qualcosa a che fare con la famosa serie Netflix. Spesso a Londra il tradizionale rituale pomeridiano assume forme e temi diversi, magari seguendo mode o avvenimenti specifici, e questo è davvero un must per coloro che amano le vicissitudini della nobile famiglia Bridgerton, le peripezie amorose dei giovani aristocratici protagonisti e i pettegolezzi letterari di Lady Whistledown. Ma lo consigliamo anche a chi non ne abbia mai visto neanche una puntata: viene servito nella magnifica sala da pranzo dell’elegante hotel londinese, circondati da oltre 250 opere tra stucchi e bassorilievi, ceramiche Wedgwood alle pareti, mobili antichi e un ampio lucernario di vetro che illumina la stanza anche nei giorni spesso grigi del capoluogo inglese. Il magnifico palazzo che affaccia su Hyde Park Corner si rivela l’ambientazione perfetta per l’esperienza: fu costruito infatti in piena era Regency (1825) da William Wilkins.

Mentre Bridgerton si svolge in un universo parallelo di opulenza, feste, gioielli e intrighi di tutti i tipi, l’afternoon tea creato dall’head pastry chef Kevin Miller in collaborazione con Netflix e Shondaland è una perfetta combinazione tra tradizione, fiction e tecniche culinarie contemporanee.

Appena seduti, vestiti il più possibile adeguatamente all’occasione (niente crinoline ma quanto meno tacchi e vestiti sgargianti), è possibile consultare il menu dei tè signature dell’hotel The Lanesborough; tra i circa dieci disponibili, scegliamo un aromatico Earl Grey e uno speziato Darjeeling. Ci portano anche un graditissimo calice di Champagne e dopo poco arriva il tea stand, la scenografica alzatina a tre livelli con le delizie di Miller, colma di sandwich e pasticceria finissima. Si comincia dal basso, dove ci sono le proposte salate, per salire un piano alla volta verso quelli dolci, in perfetto equilibrio tra sale e zucchero. Il panino con il tipico roast beef è particolarmente delizioso, la dolcezza della brioche offre un ottimo contrasto alla carne fredda e alla maionese al pepe nero e semi di cipolla. I finger sandwich classici sono delicati e leggeri e in particolare ci colpisce quello con il Coronation chicken – pezzetti di carne di pollo fredda conditi con una maionese speziata e frutta secca –, ricetta creata in occasione dell’incoronazione della Regina Elisabetta II nel 1953. Appropriato, non c’è che dire.
E ci sono anche le focaccine con panna e marmellata, gli scones di rito appena sfornati.

Ma sono i pasticcini il clou del rituale pomeridiano: bellissimi, curati, raffinati, un po’ eccessivi – proprio come le scene e i set della serie, e con nomi e gusti ispirati meticolosamente ai differenti personaggi. Cominciamo con The Rake (Il Libertino), in riferimento al Visconte Anthony: un cilindro di sottile cioccolato fondente, poggiato su una base di sablé coperta da mousse al cioccolato al latte e panna chantilly al frutto della passione, decorato in modo da ricordare il collare inamidato del bel rampollo. A True Love Match (Un Vero Match d’Amore) prevede un pan di Spagna con strati di confettura di fragole e crema alla vaniglia, impreziosito da un medaglione di cioccolato bianco rifinito in oro con l’effige della Regina, minuziosamente curato nei dettagli. Ma è The Lady Whistledown, chiaramente omaggio alla scrittrice/voce narrante della serie, l’assaggio che convince di più, strepitoso: un financier ricoperto da mousse (entrambi al pistacchio) e ornato da una piuma di cioccolato che richiama il calamaio e da un perfetto cammeo bianco di pasta di zucchero che, confesso, ho conservato gelosamente come se fosse vero corallo.

Per trovare The Queen’s Diamond (Il Diamante della Regina), un invitante cioccolatino a forma di pietra preziosa con un cuore di miele, e cioccolato bianco cardamomo, apriamo dei piccoli astucci rosa da anelli, per un tocco speciale dedicato a Edwina Sharma, “diamante” della seconda serie. L’ultimo dolce, posizionato in piena vista sul livello più alto dell’alzata, è All is Fair in Love & War (In amore e in guerra tutto è permesso), ispirato alla ormai famosa famiglia Bridgerton: una ricca e cremosa cheesecake all’acqua di rose con un cuore di lampone, racchiusa da un guscio di cioccolato bianco aerografato con burro di cacao celeste e abbellito con l’iconica ape, simbolo della casata. Per chi non gradisse le bollicine ci sono anche dei cocktail creati appositamente per accompagnare i pasticcini: in particolare il Pall Mall, ispirato all’originale punch dell’epoca, prediletto dall’aristocrazia.

Affrettatevi! LAfternoon TeaBridgerton at The Lanesborough è disponibile fino alla fine dell’estate (a partire da 65 sterline a persona), e non c’è bisogno che sia Lady Whistledown a ricordarvi che la prenotazione è essenziale.

Maggiori informazioni

Nella foto: l’Afternoon TeaBridgerton at The Lanesborough
oetkercollection.com

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli
correlati